fbpx
CONTATTACI

Terreni in vendita e rivalutazione: quando conviene chiederla [Legge di Bilancio]

Terreni in vendita e rivalutazione: scopri come risparmiare. Se sei proprietario di un terreno e stai pensando di venderlo allora sicuramente ti farà piacere sapere che puoi risparmiare sull’eventuale plusvalenza derivante dalla sua vendita. Con la nuova Legge di Bilancio si proroga infatti la possibilità di scegliere per la rivalutazione dei terreni. Il testo definitivo della Legge di Bilancio verrà approvato entro il 31 dicembre 2019.

Rivalutazione terreni perché conviene [Legge di Bilancio 2020]. Vediamo insieme di cosa si tratta, come funziona, quando conviene richiederla e quanto costa.

Cosa significa rivalutazione dei terreni

Rivalutare un terreno significa adeguare il suo valore ai valori di mercato. La rivalutazione riguarda terreni agricoli, edificabili e lottizzati. I contribuenti possessori di questi terreni potranno in pratica rivalutare il valore fiscale per ridurne così le plusvalenze in caso di cessione.

La plusvalenza è il reddito che si realizza quando si vende e sul quale ovviamente vengono calcolate le imposte da versare in dichiarazione dei redditi.

Quindi rivalutando il terreno posseduto il contribuente riduce la tassazione ai fini IRPEF derivante dalla operazione di cessione. E’ certamente una buona idea prima di richiedere la rivalutazione del proprio terreno verificarne la convenienza, ovvero calcolare i costi della nuova perizia sul bene e verificare se il valore economico sarà veramente al ribasso.

CONTATTACI E VENDI CASA TUA

Vincoli da rispettare su terreni in vendita e rivalutazione

I terreni che possono essere rivalutati sono quelli posseduti non in regime di impresa e di questo tipo: edificabili, agricoli, potenzialmente edificabili e lottizzati, cioè dove è stata costruita un’opera per renderlo edificabile.

Come aderire alla rivalutazione terreni e quanto costa

Entro il 30 giugno 2020 il contribuente possessore del terreno deve fare eseguire una perizia giurata di stima, da conservare ed esibire a richiesta all’Agenzia delle Entrate, e versare l’imposta sostitutiva in un’unica soluzione o in tre rate annuali di pari importo.

Per quanto riguarda il costo fiscale, per i terreni – edificabili e con destinazione agricola posseduti non in regime d’impresa – le aliquote da applicare al valore periziato sono del 10%.

Ulteriore proroga: rivalutazione quote

Un’altra interessante proroga prevista dalla Legge di Bilancio 2020 riguarda la rivalutazione quote, ovvero i contribuenti possono decidere di chiedere la rivalutazione del valore fiscale delle quote societarie che possiedono prima di venderle. Il principio è lo stesso di quello visto per i terreni. In questo caso l’aliquota 2020 prevista è dell’11% per partecipazioni qualificate e del 10% per quelle non qualificate.

Per vendere terreni oggi

Vuoi vendere il tuo terreno o la tua villa con annesso un terreno? Contattaci per una consulenza immobiliare specifica, potremo trovare la soluzione migliore per te mettendo a tua disposizione i nostri specifici servizi immobiliari. Scopri prima di vendere cosa conviene fare, come conviene muoversi. La normativa in ambito immobiliare è in continuo cambiamento ed è necessario restare sempre aggiornato per poter vendere in modo efficace, proficuo e senza rischi.

CONTATTACI E VENDI CASA TUA