CONTATTACI
Bonus verde 2018: detrazioni sistemazione del verde di giardini, terrazzi, balconi anche condominiali - 1

Bonus verde 2018: detrazioni sistemazione del verde di giardini, terrazzi, balconi anche condominiali

Bonus verde introdotto nella Legge di Bilancio 2018: è la detrazione fiscale prevista per la sistemazione delle aeree scoperte a verde pertinenziali a unità immobiliari private di qualsiasi tipologia.

Quindi parliamo di terrazzi, balconi, giardini (anche quelli condominiali non solo per ville, villette, case indipendenti,…), ma anche di recupero verde per giardini di interesse storico.

DETTAGLI DEL BONUS VERDE

VOCI DI SPESA BONUS VERDE

  • fornitura piante e arbusti
  • riqualificazione prati
  • grandi potature
  • sostituzione siepe
  • rifacimento impianti di irrigazione
  • lavori per trasformazione aree incolte i aiuole e piccoli prati.

Una bella opportunità non solo dunque per ville, villini, case indipendenti ma anche per attici con terrazzi e appartamenti.

A CHI SI RIFERISCE IL BONUS: PERSONA O IMMOBILE?

Il Bonus verde fa riferimento all’immobile e non alla persona.

Quindi se siamo proprietari di tre immobili e su tutti eseguiamo opere compatibili con la detrazione fiscale prevista dal Bonus verde allora possiamo inserire in dichiarazione dei redditi le detrazione per tutti i tre immobili: 36% di detrazione per un massimo di 5.000 Euro su ogni immobile.

TEMPI E MODALITA’ BONUS

Si parte dal 1 gennaio 2018: la detrazione del 36% permetterà di ottenere lo sconto IRPEF da detrarre in dichiarazione dei redditi per una spesa massima di 5.000 Euro su ogni immobile.

L’importo della detrazione potrà essere scaricata in dichiarazione divisa in 10 annualità dello stesso importo e solo se le spese sostenute siano giustificate tramite bonifico parlante.

METODO DI PAGAMENTO

ATTENZIONE AL BONIFICO “PARLANTE”!

Molto importante è il bonifico parlante ben diverso dal bonifico ordinario: si tratta infatti di un bonifico in cui è necessario specificare tutte le informazioni previste dalla legge per evitare problemi al momento della richiesta di detrazione in dichiarazione dei redditi.

Banche e uffici postali nella quasi totalità hanno modelli specifici per pagamenti finalizzati all’ottenimenti delle detrazioni fiscali.

Se vuoi maggiori informazioni su come si compila il Bonifico Parlante affinchè l’Agenzia delle Entrate riconosca la detrazione ne parliamo in questo articolo:

Cos’è il bonifico parlante e come si compila?

UN ESEMPIO: BONUS VERDE

Nel corso dell’anno 2018 sostengo opere di riqualificazione del verde ammesse dal bonus per 5.000.

In dichiarazione dei redditi potrò richiedere la detrazione pari a 1.800 Euro (cioè il 36% di 5.000 Euro) suddivisa in 10 annualità: quindi 180 Euro di detrazione per 10 anni in dichiarazione.

Il testo della nuova legge di Bilancio 2018 che introduce la detrazione fiscale Bonus Verde 2018 è stato approvato il 16 ottobre scorso dal Consiglio dei Ministri ed è attualmente in corso di approvazione definitiva.

Quindi tutte le informazioni dettagliate si avranno nei prossimi giorni con anche il decreto attuativo.