30/10/2017

Contributi a fondo perduto per ristrutturazione immobili, manutenzione e restauro edifici

Salvaguardia del Patrimonio Culturale Italiano.

Il patrimonio culturale italiano è una risorsa consistente che l'Italia ha ma che non viene valorizzata a sufficienza. Perchè?Principalmente mancano politiche di pianificazione di lungo periodo che permettano ai territori di valorizzare le proprie risorse. Inoltre, complice il periodo di crisi economica, gli investimenti destinati a contrastare il degrado del patrimonio architettonico e destinati a sostenere i costi di gestione ordinaria di immobili già restaurati sono drasticamente diminuiti nell’ultimo decennio.

In uno scenario come questo ci sono enti come "Fondazione Cariplo" che continuano ad impegnarsi ogni anno ad erogare contributi a fondo perduto proprio a sostegno della salvaguardia del patrimonio culturale italiano. Sul sito istituzionale Cariplo è possibile accedere a tutti i bandi disponibili, in particolare quello di cui parliamo è il bando ARTE E CULTURA “Patrimonio culturale per lo sviluppo”. (www.fondazionecariplo.it)

ALLE PORTE DI MILANO UN IMMOBILE D’EPOCA DA SALVAGUARDARE: questo è un immobile, ad esempio, che potrebbe partecipare al bando nel rispetto dei termini specifici indicati di seguito.

Villa d'Epoca con parco laghetto ghiacciaia serra in vendita

IL BANDO: OBBIETTIVI, SOGGETTI, SPESE FINANZIATE

Quali sono gli obbiettivi del bando Cariplo?

“Il bando intende favorire la conservazione dei beni storico/architettonici e il miglioramento delle modalità di gestione del patrimonio culturale nell’ottica di promuovere lo sviluppo economico locale. Fondazione Cariplo, pertanto, sosterrà interventi di rifunzionalizzazione di beni tutelati ai sensi del D. Lgs. 42/2004 e l’avvio, all’interno di essi, di attività innovative coerenti con la destinazione d’uso individuata e attrattive per il pubblico di residenti e turisti.”

Molto importante: per garantire la sostenibilità dei beni le attività di natura culturale dovranno essere affiancati da servizi anche commerciali coerenti con contesto locale (ad esempio servizi legati a ricettività, accoglienza, ristorazione, artigianato, educazione, formazione, divulgazione, ...).

Quali soggetti possono partecipare al bando?

I fondi sono destinati a Enti pubblici o privati non-profit proprietari o affidatari di beni culturali immobili. Ad esempio associazioni culturali e alcune tipologie di scuole d’arte. Nel caso di imprese profit, escluse da questo bando, solitamente possono essere attivate solo attività legate al turismo con bandi poco numerosi e che finanziano importi meno importanti.

Quindi  il soggetto che partecipa al bando deve essere per forza non-profit e non deve agire in regime di impresa. Il bando non è indirizzato a persone fisiche.

Quali spese vengono finanziate?

Per tutti i dettagli rimandiamo al testo integrale del bando ma in sintesi si parla di: spese per ristrutturazione, manutenzione e restauro immobili all’interno e all’esterno per permetterne il corretto utilizzo secondo la nuova destinazione d’uso del bene; spese per arredi ed attrezzature necessari allo svolgimento delle attività; spese per attività culturali (ad esempio mostre, eventi culturali, corsi di formazione, …) che vengono organizzati nelle stanze dell’edificio e nel giardino. Quindi tutto deve essere strettamente legato alla destinazione culturale dell’opera.

CI SONO ALTRI ENTI CHE EROGANO CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO?

Oltre a "Fondazione Cariplo", anche "Fondazione Banca del Monte di Lombardia" finanzia progetti legati alla salvaguardia del patrimonio culturale e progetti legati al sociale. Ad esempio housing sociale con creazione di alloggi per persone momentaneamente in difficoltà, che ottengano quindi per un periodo di tempo limitato una stanza e possano accedere ad attività di inserimento lavorativo.

VILLA D'EPOCA: UN ESEMPIO DI INTERVENTO

Per la Villa d'Epoca in vendita con Casa&Style alle porte di Milano, considerando le dimensioni dell’edificio, potrebbero progettarsi due lotti: uno legato alla parte culturale da candidare al bando e uno destinato a residenza privata della “famiglia”, questo non ammissibile al bando. Si potrebbe ad esempio quindi realizzare al piano terra una scuola di teatro con finanziamento da bando delle spese murarie, la progettazione tecnica, gli arredi, gli impianti. LINK: Villa d'Epoca con parco laghetto ghiacciaia serra in vendita

SCOPRI ANCHE:

--> NEWS AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA: interventi esonerati e iter semplificato

--> RESIDENZE D’EPOCA, VILLE STORICHE, CASTELLI: il patrimonio tutto italiano da visitare e abitare

Angelo ACQUAFRESCA - Titolare agenzia immobiliare Casa&Style - www.angeloacquafresca.it

IMMOBILI CASA&STYLE: VILLE - APPARTAMENTI - RESIDENZE EPOCA - HOTEL

ETICA CASA&STYLE: CHI SIAMO

30 Ottobre 2017 | 13:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA

VUOI RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI?

Cliccando su "Ottieni Informazioni" dichiari di aver letto la nostra informativa su privacy e condizioni di utilizzo del servizio

Articoli correlati

© Copyright 2019 - Casa & Style -
Immobiliare Milano e Brianza Srl - Tel. 02 95335138 - P.Iva 07600480961

Agenzia Inmmobiliare Casa&style

Casa & Style - Agenzia Immobiliare

Agenzia immobiliare specializzata nella vendita di immobili di prestigio in Brianza

Indirizzo

Via Giuseppe Mazzini, 1

20873 - Cavenago di Brianza

Monza e Brianza

Orari

Domenica: chiuso

Contatti

Telefono: 02 9533 5138

Email: info@casaestyle.it

Sito web:

Privacy Policy Cookie Policy Agenzia Inmmobiliare Casa&style